E’ la più grande e probabilmente la più conosciuta tra le isole Canarie. Non vi nego che, almeno inizialmente, ciò che mi attraeva di quest’isola era essenzialmente la possibilità di salire sul vulcano Teide, la vetta più alta di tutta la Spagna.

Eppure ben presto ho dovuto ricredermi. Tenerife offre ai suoi visitatori splendide spiagge dorate accanto ad incontaminate baie di roccia lavica, villaggi dal glorioso passato le cui tracce sono ancora ben visibili e la possibilità di ammirare da vicino un leggendario Drago millenario.

Se vi ho incuriosito, ripercorrete con me le tappe del mio itinerario alla scoperta dell’isola!



Cosa vedere a Tenerife: giorno 1

Arrivo a Santa Cruz de Tenerife e sistemazione in albergo

Sono arrivata all’aeroporto di Tenerife Norte con un volo diretto da Fuerteventura. Una volta ritirato il mio bagaglio e l’auto a noleggio, mi sono diretta a Santa Cruz de Tenerife, dove ho soggiornato per la prima parte della mia permanenza sull’isola [continuate a leggere …]

Santa Cruz condivide con Las Palmas de Gran Canaria, il titolo di capitale delle Isole Canarie. E’ inoltre annoverata tra le migliori città al mondo in cui vivere [continuate a leggere …]


l’Auditorio di Calatrava a Santa Cruz de Tenerife

Cosa vedere a Tenerife: giorno 2

Playa de Las Teresitas

Dopo averla vista non sarete affatto sorpresi se vi dico che questa lunga spiaggia dorata è diventata ben presto il mio posto del cuore sull’isola! Pensate che originariamente qui c’era una distesa di sabbia nera, ma poi si decise di far arrivare a Tenerife la sabbia bianchissima del vicino deserto del Sahara [continuate a leggere …]


la dorata Playa de Las Teresitas

Cosa vedere a Tenerife: giorno 3

La Orotava

Dovendo scegliere un’escursione da fare in giornata, non ho avuto alcun dubbio sulla destinazione. La Orotava è raggiungibile in soli 30 minuti da Santa Cruz ed il suo centro storico è stato dichiarato nel 1976 Complesso storico artistico. Qui, più che altrove, si respira l’antico passato coloniale di Tenerife [continuate a leggere …]


Jardin Victoria a La Orotava

Cosa vedere a Tenerife: giorno 4

Icod de Los Vinos

La leggenda del Drago millenario nascosto in questo piccolo centro situato a sud – ovest dell’isola, mi ha incuriosito moltissimo. Pensate che si tratta di un albero alto più di 20 metri e vecchio ben 800 anni [continuate a leggere …]

Garachico

Il nome di questo antico borgo marinaro, che si trova a soli 10 minuti da Icod de Los Vinos, vuol dire letteralmente isola piccola. Proprio come l’isolotto di pietra nera che si staglia davanti al suo porticciolo. Qui non ci sono spiagge perchè nel 1706 una spaventosa eruzione vulcanica devastò quasi totalmente quello che all’epoca era uno dei principali centri portuali di Tenerife [continuate a leggere …]


la splendida vista sulla città di Garachico

Cosa vedere a Tenerife: giorno 5

Escursione sul Teide

E’ stato senza dubbio uno dei momenti più emozionanti del mio soggiorno sull’isola. Avevo pianificato la visita nei minimi particolari ma ammetto che, trovarsi sulla vetta del vulcano mi ha dato l’impressione di essere in cima al mondo [continuate a leggere …]

Trasferimento a Playa de Las Americas e sistemazione in albergo

Non potevo lasciare l’isola senza aver visitato la sua parte più turistica e rinomata, la splendida Costa Adeje. Dopo il check in e la sistemazione in albergo, mi sono concessa un aperitivo sulla spiaggia di El Camisón, affollata soprattutto da famiglie. Se siete amanti dello shopping il vicino lungomare cittadino è il posto giusto per voi [continuate a leggere …]


sul tetto del mondo, il vulcano Teide!

Cosa vedere a Tenerife: giorno 6

Playa de Abama

Mentre mi dirigevo verso ovest, alla ricerca di nuovi tesori da scoprire, sono capitata nei pressi di questa splendida baia dorata a forma di conchiglia. Ancora non sapevo che proprio lì, ci avrei lasciato il cuore [continuate a leggere …]


la bellissima Playa Abama

Cosa vedere a Tenerife: giorno 7

Masca

Soltanto alcuni decenni fa il piccolo villaggio di Masca è stato collegato al resto dell’isola, tramite una strada asfaltata. Pensate che fino a quel momento era raggiungibile solo via mare, e questo suo parziale isolamento contribuì alla diffusione di numerose leggende di pirati e di tesori nascosti, che circolano tuttora [continuate a leggere …]


il piccolo villaggio di Masca

Cosa vedere a Tenerife: giorno 8

Los Gigantes

Il giorno precedente, lungo la strada verso Masca, avevo notato questa parete rocciosa che si staglia sull’Oceano e mi ero ripromessa di tornarci per ammirarla più da vicino. Si tratta di quello che gli antichi Guanci chiamavano i muri del diavolo [continuate a leggere …]

Playa de La Tejita

La costa sud orientale dell’isola, quella che si estende oltre Los Cristianos, è caratterizzata da una lunghissima spiaggia di sabbia rossastra, che si staglia ai piedi della vulcanica Montaña Roja. Pur non essendo così lontana dalla più turistica El Médano, questa spiaggia è il luogo perfetto per chi vuole ritagliarsi un momento di tranquillità in mezzo alla natura [continuate a leggere …]


Playa de La Tejita e la Montaña Roja

E adesso ditemi di voi; quale aspetto del mio viaggio vi ha incuriosito di più: le spiagge, il vulcano o le escursioni cittadine? Raccontatemelo nei commenti.

Leave a Reply