Home » Destinazioni » Cosa vedere a Santorini: itinerario di 6 giorni

Cosa vedere a Santorini: itinerario di 6 giorni

di Libera
un itinerario che illustra cosa vedere a Santorini in 6 giorni

Se non vedete l’ora di tornare a viaggiare, sapere cosa vedere a Santorini in un itinerario di 6 giorni, sarà sicuramente un’informazione molto utile per rendere il vostro soggiorno sulla piccola isola delle Cicladi assolutamente indimenticabile.

Cosa vedere a Santorini: itinerario di 6 giorni
La mia esperienza

Secondo la mia personale esperienza, 6 giorni sono più che sufficienti per visitare in lungo e in largo l’isola di Santorini. Non solo è il tempo necessario per ammirare le bellezze dell’isola in tutta calma, ma vi permetterebbe anche di effettuare una delle escursioni più emozionanti della vostra vita: la passeggiata sulla caldera dell’isolotto Nea Kameni e il bagno nelle acque calde e ricche di zolfo di Palea Kameni.

Già perché dovete sapere che Santorini in realtà è un arcipelago costituito da un’isola maggiore, Santorini per l’appunto, e altri isolotti e scogli più piccoli. Non solo.

Pensate che qui sorge un vulcano ancora attivo che nell’antichità, a seguito di una violentissima eruzione, modificò per sempre la morfologia dell’isola trasformandola in un arcipelago.

Io ho scelto di alloggiare a Fira, il capoluogo, innanzitutto perché si tratta di una cittadina letteralmente affacciata sulla caldera (i tramonti di Santorini sono la principale attrazione dell’isola e vi assicuro che da qui la vista è davvero spettacolare), in secondo luogo perché rispetto alla più turistica Oia, qui è ancora possibile passeggiare nei vicoli del centro città senza rischiare di rimanere imbottigliati all’interno di quello che è letteralmente un fiume umano.

Il mezzo di trasporto più comodo per visitare Santorini è sicuramente lo scooter. Nonostante da Fira partano numerosi autobus in direzione delle principali località e di numerose spiagge, penso che noleggiare un mezzo di trasporto sia l’ideale per poter trascorrere la vacanza in totale serenità e autonomia.

Inoltre in molti casi, il noleggio può essere effettuato direttamente presso la struttura ricettiva che vi ospiterà, nulla di più comodo.

il mio itinerario di Santorini vi consigliera cosa vedere in 6 giorni che saranno indimenticabili

Cosa vedere a Santorini: itinerario di 6 giorni

Giorno 1: Fira e le spiagge del sud

Lo so che dopo mesi trascorsi in ufficio non vedete l’ora di fare un bel bagno nelle fresche acque di Santorini ed infatti la prima tappa del mio itinerario è proprio una delle spiagge più rinomate dell’isola: Red Beach.

Non potrete credere ai vostri occhi quando vi troverete dinanzi una baia che sembra dipinta con colori tanto vividi e accesi, che vanno dal rosa al rosso. E se cercate un luogo, ugualmente bello, ma più appartato, dirigetevi a Kambia Beach.

Questa baia caratterizzata da sassolini di colore grigio è un vero e proprio paradiso naturale.

Ma non dimenticate di guardare l’orologio: il tramonto non aspetta e Fira saprà regalarvi la conclusione perfetta per la vostra entusiasmante prima giornata di viaggio!

Un consiglio: se riuscite a tornare a Fira prima del tramonto, visitate la Cattedrale ortodossa. La riconoscerete immediatamente perché si tratta dell’edifico con una enorme cupola che si trova nella centralissima piazza Theotokopoulou.

Giorno 2: escursione alle isole vulcaniche minori

Dopo aver assistito al vostro primo tramonto sulla caldera, so già che non resistete dalla voglia di vedere più da vicino quelle isolette scure, dietro alle quali il sole va a dormire. Avrete sicuramente notato che nel centro di Fira ci sono molte agenzie che si occupano dell’organizzazione dei tour guidati in barca. Effettuate la vostra prenotazione e il giorno successivo, di buon mattino, prendete la teleferica per raggiungere l’antico porto cittadino. Salite sull’imbarcazione che vi è stata assegnata e preparatevi a vivere una delle giornate più emozionanti del vostro intero soggiorno. Per prima cosa potrete effettuare una passeggiata lungo i crateri più recenti del vulcano di Santorini, quindi fare il bagno tra le sue acque calde.

Un consiglio: nell’ultima sosta della giornata, prevista a Thirasia, non dimenticate di rifocillarvi con un buon pita gyros, lo street food più diffuso in tutta la Grecia. Ne troverete un’accurata descrizione nel mio articolo relativo ai piatti tipici di Santorini.

Giorno 3: Pyrgos e le spiagge della costa centro orientale

Il piccolo borgo di Pyrgos merita assolutamente di essere inserito in questo itinerario che elenca cosa vedere a Santorini in 6 giorni e vi dico subito il perché. Pur trattandosi di un comune situato nell’entroterra, la sua posizione elevata vi darà la possibilità di avere una visione di 360 ° su tutta l’isola!

Non solo: i suoi stretti vicoli, le casupole bianche dalle porte azzurre, non vi faranno rimpiangere affatto la bellezza delle cittadine più turistiche, quelle situate lungo la caldera.

Se la passeggiata vi ha messo appetito, non vi preoccupate: recatevi lungo la costa orientale dell’isola, nei pressi della roccia Mesa Vouno. Si tratta di un vero e proprio confine naturale che separa le due lunghissime spiagge di Kamari e Perissa. Entrambe sono attrezzate (ma con ampi spazi di spiaggia libera) e dotate di bar e taverne che sapranno soddisfare anche i palati più esigenti.

tra le cose da vedere a Santorini c'è sicuramente la bella Pyrgos

Giorno 4: trekking da Fira a Oia

Una delle esperienze che mai avrei pensato di poter fare a Santorini è il trekking. Invece, quasi per caso, prima di partire lessi dell’esistenza di un itinerario da percorrere a piedi che collega Fira a Oia, della durata di circa 3 ore.

È stata una delle esperienze più belle che io abbia mai fatto! Ricordate di indossare scarpe comode e di munirvi di una bella scorta d’acqua, quello che vi aspetta sono circa 13 chilometri da percorrere per lo più sotto il sole (non dimenticate di coprirvi il capo e di proteggervi con la crema solare).

Un consiglio: per tornare a Fira prendete pure l’autobus in partenza da Oia. Siete ancora al quarto giorno di viaggio e c’è ancora molto da vedere, meglio riposarsi un pò!

Giorno 5: Oia e le spiagge a nord dell’isola

È finalmente arrivato il momento di visitare Oia, una vera e propria città da cartolina.

Tuttavia, prima di perdersi tra le sue bianche vie, concedetevi una sosta nella caratteristica Amoudi Bay e poi fermatevi a fare il bagno nella spiaggetta di Katharos. Una volta che vi sarete rinfrescati e che vi riterrete soddisfatti della tintarella, allora cominciate la visita alla cittadina.

Vicoli stretti, boutique di lusso, ristoranti a strapiombo sul mare e la colorata libreria Atlantis.

Pensate che questa piccola attività commerciale è stata inserita da The Guardian tra le dieci librerie più belle del mondo. Lasciatevi ispirare dai capolavori della letteratura e acquistate un buon libro da portare a casa o da regalare ai vostri amici, ne saranno sicuramente felici.

Un consiglio: il miglior punto di osservazione del tramonto da Oia sono le rovine dell’antico castello Agios Nikolaos. Una volta che vi sarete accomodati, dimenticatevi del resto: lo spettacolo sta per cominciare!

Giorno 6: Imerovigli

Se vi sentite già soddisfatti dei primi cinque giorni di viaggio e pensate che non ci sia altro da vedere a Santorini, sappiate che quello che sto per presentarvi è per me il miglior punto di osservazione da cui ammirare il tramonto sull’isola.

Si tratta di Imerovigli, nota anche come il balcone dell’Egeo. Ricordate il percorso di trekking che avete affrontato due giorni fa? Ecco, dopo aver lasciato Oia, il primo e l’unico centro abitato da voi attraversato è proprio la bella Imerovigli.

Raggiungete la chiesetta di Agios Georgios e da lì cominciate a scendere lungo la scalinata finché non arrivate davanti all’imponente Skaros Rock.

Antica fortezza, di cui restano solo poche rovine, questo scoglio affacciato sul mare blu che circonda l’arcipelago è il posto migliore da cui ammirare il tramonto. Essendo ancora poco noto inoltre, vi permetterà di ritagliarvi uno spazio tutto vostro, quasi privato per entrare in perfetta sintonia con la natura.

Se siete dei veri cacciatori di tramonti, vi consiglio di consultare il mio articolo relativo ai migliori punti di osservazione presenti a Santorini, così da non lasciarvene scappare nemmeno uno.

Se invece la vostra è una vacanza all’insegna della tintarella, nel mio itinerario relativo alle più belle spiagge vulcaniche di Santorini, potrete scoprire come raggiungerle.

Ora che sapete cosa vedere a Santorini, siete finalmente pronti a partire: sono sicura che quelli che trascorrerete sull’isola saranno 6 giorni memorabili.

Buon viaggio!

tra le cose da vedere a Santorini c'è sicuramente la bellissima Oia

I miei ultimi itinerari di viaggio:

Articoli che potrebbero piacerti

22 commenti

Arianna 26/05/2021 - 22:50

Sempre bella Santorini l’ho vista più volte ed è sempre un’esperienza, concordo su Imerovigli uno dei punti migliori per soggiornare, anche da lì tramonti pazzeschi

Rispondi
Libera 27/05/2021 - 09:29

Skaros Rock è stata davvero una piacevolissima sorpresa!

Rispondi
Eliana 26/05/2021 - 20:35

Il tuo itinerario è ricco e ben fatto, mi piace! Non sono mai stata a Santorini e mi piacerebbe scoprirla magari come hai fatto tu: non sono molto da mare e preferisco viaggi culturali ma tu hai trovato il giusto equilibrio tra le due cose, brava!

Rispondi
Sara 26/05/2021 - 19:46

Che meraviglia, quanto mi piacerebbe visitare Santorini, mi sembra una meta ultraromantica e mi piacerebbe andarci con mio marito, magari fuori stagione.
Mi salvo il tuo bellissimo itinerario, e complimenti, mi hai fatto proprio venire voglia di partire!

Rispondi
Libera 26/05/2021 - 21:27

Grazie mille, ve la consiglio davvero.

Rispondi
Elisa 26/05/2021 - 16:28

Anche io sono stata a Santorini qualche anno fa, sono contenta di leggere che non mi sono persa niente e ho provato tutte le località che hai descritto. E’ vero che l’isola è piccolina, ma può sempre sfuggire qualcosa!

Rispondi
Libera 26/05/2021 - 16:33

Ben detto!

Rispondi
paola 26/05/2021 - 14:46

Ho visitato Santorini in barca, esplorandola da una posizione privilegiata, con la possibilità di arrivare a spiagge poco frequentate direttamente dal mare. Ho fatto base a Vlychada Marina, per esplorare l’isola. Nonostante il pienone estivo, la calca tra i vicoli delle città, Santorini è sempre piena di magia.

Rispondi
Libera 26/05/2021 - 16:32

Vero, c’è una magia particolare … Sarà forse merito del vulcano ? ☺️

Rispondi
Paola 26/05/2021 - 11:59

Sono stata a Santorini anni fa, come tappa di una crociera!
Mi è piaciuta da morire e, prima o poi, devo assolutamente tornarci per visitarla meglio!
Mi segno tutti i tuoi consigli! Grazie

Rispondi
Libera 26/05/2021 - 16:32

Grazie a te! Santorini è sempre una buona idea.

Rispondi
Claudia 26/05/2021 - 00:13

Le isole greche sono sicuramente nella mia lista di posti da visitare e Santorini con i suoi tramonti è imperdibile ma vorrei evitare la ress estiva

Rispondi
Libera 26/05/2021 - 00:17

Allora Settembre è il mese che fa per te .

Rispondi
Annalisa Trevaligie-Travelblog 25/05/2021 - 20:07

Viaggiando “fuori stagione” non abbiamo mai considerato la Grecia come meta di viaggio, temendo di trovare tutto chiuso. Chissa se a fine ottobre riserva le stesse emozioni! Tu me la consiglieresti in quel periodo?

Rispondi
Libera 25/05/2021 - 23:18

Ad ottobre ci sono molti viaggiatori che raggiungono la Grecia. Molti vi fanno sosta con le navi da crociera. Di sicuro non troverai le temperature estive ma se cerchi relax e vuoi evitare le folle, penso sia un buon periodo quello autunnale.

Rispondi
Teresa 25/05/2021 - 15:56

Che bella Santorini, per me l’isola greca per eccellenza. Io ci ho fatto tappa durante una crociera e mi è dispiaciuto molto avere un tempo veramente limitato per visitarla. Devo assolutamente tornarci!

Rispondi
Anna 25/05/2021 - 15:16

Un posto stupendo.. incantevole
Grazie ❤

Rispondi
Libera 25/05/2021 - 15:46

Santorini è la meta perfetta per gli amanti dei tramonti, delle escursioni e anche della buona tavola.

Rispondi
Bru 25/05/2021 - 14:55

Santorini icona della Grecia e isola tra le più belle al mondo, dettagliato il tuo articolo e favolose le tue foto

Rispondi
Libera 25/05/2021 - 15:45

Ti ringrazio molto. È davvero un’isola magica.

Rispondi
anna 25/05/2021 - 12:23

Santorini è tanto turistica…ma anche tanto bella! Noi l’abbiamo visitata con l’autobus. Guidando molto in quel periodo per lavoro non avevamo proprio voglia di metterci alla guida – forse è stato più lento, ma comunque molto piacevole.

Rispondi
Libera 25/05/2021 - 15:50

Io ho trovato lo scooter davvero il mezzo ideale per Santorini. Tuttavia, in molti scelgono l’autobus che comunque collega gran parte dei luoghi di interesse. Mi ha affascinato tanto quest’isola, ha un qualcosa che non c’è altrove, una poesia tutta sua.

Rispondi

Lascia un commento

* Lasciando un commento accetti la gestione dei dati da parte di Liberamente Traveller come indicato nella privacy policy