Cerca
Close this search box.
Cerca

Scozia: cose da vedere in 5 giorni

il monumento più fotografato di Edimburgo è il Dugald Steward Monument

Indice dei Contenuti

Se state organizzando il vostro primo viaggio in Scozia e avete a disposizione 5 giorni, potrà tornarvi utile sapere quali sono le cose da vedere assolutamente nel Paese delle cornamuse.

L’antica Alba infatti, è un vero concentrato di bellezza.

Sarebbe un peccato privarsi dell’opportunità di goderne appieno, non credete?

Scopriamo insieme le tappe di questo itinerario!

Cosa vedere in 5 giorni in Scozia: documenti e informazioni utili

Con l’ormai celeberrima espressione Brexit, si è soliti indicare quel lungo processo decisionale, che ha condotto il Regno Unito verso l’uscita dall’Unione Europea.

Il 1 Ottobre 2021 per noi viaggiatori costituisce quasi una data storica. Dal quel momento infatti, è possibile volare verso gli aeroporti di Londra, Edimburgo o Belfast, solo se muniti di passaporto.

Al contrario, per noleggiare un’automobile in UK è sufficiente la patente italiana, unita ad una discreta abilità nella guida a sinistra e alla capacità di non confondere i chilometri con le miglia.

La tessera sanitaria (TEAM in italiano ed EHIC in inglese) resta valida solo per i trattamenti d’emergenza e quelli considerati non rinviabili.

Diventa pertanto fondamentale dotarsi di un’ottima assicurazione sanitaria, che consenta di ricevere tutta l’assistenza di cui si ha bisogno, anche quando ci si trova all’estero.

In qualità di intermediario assicurativo professionista, sono pronta a mettere a disposizione le mie competenze, per proteggere il vostro viaggio dei sogni.

Un consiglio: è sempre bene consultare il sito internet del Ministero degli Esteri, prima della partenza.

Un viaggiatore consapevole è sicuramente un esploratore più sereno!

Vi state per caso chiedendo se ci siano state variazioni anche alla moneta locale? In realtà, il Regno Unito non ha mai adottato la moneta unica europea (Euro), mantenendo sempre la sua storica valuta, la sterlina britannica.

E che dire degli operatori telefonici? Allo stato attuale, è concesso addebitare costi aggiuntivi a coloro che utilizzano i propri telefoni cellulari sul suolo britannico.

Tuttavia, poiché questa non costituisce ancora una regola generale, è sempre meglio contattare direttamente il proprio gestore, prima di ritrovarsi in situazioni spiacevoli in terra straniera.

Cose da vedere in Scozia: giorno 1
Perdersi nella Old Town di Edimburgo

Tra le tante cose da vedere in Scozia, non riesco a pensare ad un luogo più adatto della Old Town di Edimburgo, per dare inizio al vostro viaggio.

Attraversata dallo spazioso e popolato Royal Mile, quest’area compatta e apparentemente impenetrabile, è la sede dei principali monumenti e punti d’interesse cittadini.

Non abbiate timore ed entrate in uno dei tanti cimiteri storici, disseminati un pò ovunque. Una prassi abbastanza diffusa da queste parti, è fare delle lunghe passeggiate tra lapidi e monumenti funebri.

Pare aiuti a rilassarsi e a svuotare la mente dai problemi e dalle preoccupazioni.

cimitero Greyfrairs Kirkiard nella capitale della Scozia

Se siete amanti dei tramonti inoltre, fate in modo di raggiungere Calton Hill per tempo. Quest’altura, anche detta Acropoli del Nord, saprà regalarvi una vista mozzafiato della capitale al crepuscolo.

Trovate maggiori dettagli e spunti utili a pianificare al meglio il vostro soggiorno, nel racconto della mia esperienza personale:

Giorno 2: salire sullo yatch della regina Elisabetta II

Quando ho scoperto che il Royal Yatch Britannia è ormeggiato in pianta stabile al porto di Leith, ad Edimburgo, non ci ho pensato due volte ad inserire questa tappa nel mio itinerario di viaggio.

L’imbarcazione che per più di 40 anni ha accompagnato Elisabetta II in centinaia di visite ufficiali in giro per il mondo, attualmente è infatti un museo aperto ai visitatori.

Grazie al supporto di audioguide in italiano (comprese nel prezzo del biglietto), salire a bordo del palazzo galleggiante di Sua Maestà, sarà ancora più emozionante.

Se volete rivivere la mia incredibile avventura e avere così un’anticipazione di quello che vi attende, consultate l’articolo: Royal Yatch Britannia.

Giorno 3: Castello di Edimburgo e Camera Obscura

Il Castello di Edimburgo, che svetta imponente e solitario sulla cima di Castle Rock, è il simbolo indiscusso della capitale scozzese, oltre che il monumento in assoluto più visitato.

Castello di Edimburgo visto da Grassmarket

Pensate: all’interno delle sue spesse mura, custodisce i preziosissimi Honours of Scotland, ritenuti i più antichi gioielli della corona sull’intero suolo britannico.

Se siete amanti dei musei originali e fuori dagli schemi, superate l’ampia Esplanade antistante l’antica fortezza medievale e raggiungete il Museo delle Illusioni.

Questo curioso percorso espositivo si sviluppa in senso verticale lungo i sei piani dell’Outlook Tower e culmina con l’attrazione più antica di Edimburgo: la Camera Obscura.

Il divertimento per tutta la famiglia è assicurato!

Date un’occhiata al racconto della mia esperienza per saperne di più:

Giorno 4: cose da vedere a Glasgow la città più grande della Scozia

Glasgow è stata la vera sorpresa del mio viaggio in Scozia!

Dista solo un’ora di treno da Edimburgo ed è perfetta per un’escursione in giornata.

Il suo centro cittadino di recente è stato interessato da un vasto processo di riqualificazione, che ha finalmente donato alla città più grande del Paese, la possibilità di brillare di luce propria.

lo splendido skyline di Glasgow sul fiume Clyde

Accanto alla Cattedrale di San Mungo ed all’estesa Necropolis (che vi regalerà una magnifica vista sulla città dall’alto), non dimenticate di attraversare Merchant City.

I murales che colorano le facciate di questo vecchio quartiere, una volta occupato quasi interamente da magazzini, ormai sono diverse decine, uno più bello dell’altro.

Un consiglio: temete che la tipica pioggia scozzese possa compromettere la buona riuscita della vostra gita fuori porta? Don’t worry!

Nel mio articolo dedicato a: Cosa vedere a Glasgow a piedi in 1 giorno, scoprirete come i musei cittadini siano in realtà tutti completamente gratuiti.

Mi sembra un ottimo modo per trascorrere il tempo, aspettando che esca il sole!

Giorno 5: cose da vedere nelle Highlands a nord della Scozia

Chi di voi non ha mai sognato di ritrovarsi a passeggiare lungo le valli aspre e selvagge delle Highlands scozzesi?

Questi territori, connotati da una bassissima densità abitativa, sono così ricchi di fascino che hanno conquistato anche il cinema internazionale.

I fan di Harry Potter ad esempio, sapranno sicuramente che il treno per Hogwarts esiste davvero.

Si chiama Jacobite Steam Trail e tutti i giorni, per lo meno nei mesi estivi, attraversa un celebre viadotto di pietra, chiamato Glenfinnan Viaduct, che compare in molte scene della saga di J. K. Rowling.

Glenfinnan Viaduct ovvero il viadotto attraversato dal treno di Harry Potter

Se alloggiate ad Edimburgo e temete di non riuscire a includere questa attrazione nel vostro itinerario di viaggio, sappiate che nulla (o quasi) è impossibile.

Vi racconto come, nel mio approfondimento: Cosa vedere in un giorno a nord di Edimburgo.

Quando andare in Scozia e come vestirsi

Anche la guida turistica meno aggiornata vi consiglierebbe di raggiungere la Scozia nei mesi compresi tra Maggio e Settembre, ovvero quando le temperature sono più miti, le nevi si sciolgono ed i prati sono in fiore.

Eppure, io vi assicuro che la cara vecchia Caledonia, sa essere affascinante in ogni stagione, incluso l’inverno.

Pensateci un attimo: se Edimburgo non avesse quell’odore di pioggia perenne, spesso mescolato al sapore amarognolo delle birre tradizionali, sarebbe accattivante allo stesso modo?

E se le cime appuntite che incorniciano le vallate semideserte delle Highlands, non fossero avvolte dalle nebbie e rigate da decine di fiumiciattoli gelati, risulterebbero ugualmente scenografiche?

Io ho scelto di visitare la Scozia a Gennaio e me ne sono perdutamente innamorata.

Mi ritengo anche abbastanza fortunata perché, durante l’intero soggiorno non è praticamente mai piovuto. Però il freddo l’ho sentito tutto.

Ecco, al di là di controllare continuamente le previsioni meteo, abitudine che nell’intero Regno Unito è praticamente inutile, forse è meglio concentrare le proprie energie sulla scelta dell’abbigliamento da mettere in valigia.

Nei mesi invernali non potrete assolutamente fare a meno di: maglia, pantaloni e calzettoni termici, scarponcini, guanti, sciarpa, cappello, giubbotto antivento.

In primavera ed estate invece, sfoggerete il tipico abbigliamento a strati: t shirt, felpa, piumino (meglio se con il cappuccio), foulard, scarpe comode ed impermeabili.

Lasciate a casa gli ombrelli e preferite un comodo e poco ingombrante k way. Sarà il vostro miglior compagno di viaggio!

Tenetelo sempre a portata di mano perché spesso qui le piogge sono improvvise e accompagnate da raffiche di vento, anche intense.

Ora che siete davvero pronti per il vostro primo viaggio in Scozia, non vi resta che partire.

Se avete ancora dubbi però, scrivetemi nei commenti. Risponderò con piacere alle vostre domande.

Articoli consigliati

Edimburgo è una di quelle città dove la bellezza sembra celarsi dietro ad ogni angolo, motivo per il quale non è affatto semplice stilare un

L’idea di realizzare una guida contenente ben 7 isole greche poco turistiche ma bellissime, nasce dall’esigenza di fornire, a chi in questo periodo vorrebbe scappare

Vi siete mai chiesti quali sono le donne che hanno fatto la storia di Bologna? Effettivamente ormai quasi ogni quartiere della città può vantare almeno

Se vi state chiedendo cosa vedere a Tenerife, sappiate che trattandosi dell’isola più grande e conosciuta delle Canarie, un viaggio on the road di 8

Se c’è una cosa da vedere più di tutte a nord ovest di Fuerteventura, questo è il cielo. Dovete sapere che, tutti i giorni fino

Andare a vivere all’estero è una di quelle decisioni che, nella mente di chi resta, oscilla tra la follia ed il coraggio. Chi, tra noi,

Indice dei Contenuti

Mi presento
Ciao, il mio nome è Libera! Sono pugliese di nascita e bolognese d’adozione.
Liberamente Traveller è il blog per chi ama scoprire nuove destinazioni con la mente libera da pregiudizi. Se stai cercando consigli e spunti utili a pianificare la tua prossima partenza, sali a bordo: sei nel posto giusto.
Condividi l'articolo
Facebook
X Twitter
LinkedIn
WhatsApp

8 risposte

  1. Della Scozia mi ferma sempre un po’ il fatto che penso ci vogliano più giorni per visitarla, ma se mi dici che cinque potrebbe bastare….
    Quasi quasi…

    1. Tutto (o quasi) si può fare. A seconda dei giorni a disposizione, bisogna creare un itinerario che rispecchi il mood del viaggiatore e il suo stile di viaggio. Il mio itinerario è pensato per chi non è mai stato ad Edimburgo ma che allo stesso tempo, non vuole privarsi della possibilità di vedere le Highlands.

  2. Io ho adorato la Scozia e mi farebbe piacere ritornarci, anche se me sono letteralmente scappata da Edimburgo dopo un mese per via del freddo. L’unica cosa che non sono riuscita a vedere è l’isola di Sky quindi spero di vederla un giorno.

  3. Ho vissuto un anno in Irlanda e la Scozia me la immagino molto simile . Sarei curiosa di vedere le highlands e ovviamente l’hogwarts express.! Come alloggi suggerisci b&b o altre soluzioni?

    1. Ciao Elisa. Io ho scelto come base Edimburgo ed ho trovato un hotel comodo, economico e confortevole. Trovi tutti i dettagli nell’articolo dedicato al mio itinerario di 3 giorni ad Edimburgo. Se ti occorrono altre informazioni, contattami pure.

  4. Dopo essere stata in Irlanda desidero tanto visitare la Scozia e spero di realizzare il viaggio. Immagino quanto siano suggestive le atmosfere. L’idea di vedere varie cose in 5 giorni mi invoglia a partire anche se mi piacerebbe dedicargli più tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *