Home » Destinazioni » Europa » Cipro » Cosa vedere a Cipro e Cipro Nord 10 giorni

Cosa vedere a Cipro e Cipro Nord 10 giorni

di Libera
Sea Caves le grotte marine di Cipro

Se quello a cui state pensando è un itinerario che vi porti a scoprire cosa vedere a Cipro e Cipro Nord, dovete tenere presente che, per visitare l’isola di Afrodite nella sua interezza, vi occorreranno almeno 10 giorni.

Non tutti sanno che, quel lembo di terra collocato a sud della Turchia, costituisce la terza isola per estensione, dell’intero bacino del Mediterraneo.

Io stessa, prima di partire, ricordo di essere rimasta molto colpita da diverse affermazioni di rammarico rilasciate su blog e siti di viaggio da parte di quanti, avendo ritenuto sufficiente una sola settimana per completare il tour, erano rientrati in Italia in preda al dispiacere, per non essere riusciti a superare la Green Line ed esplorare Cipro Nord.

È ormai da circa vent’anni che i varchi che separano la Repubblica di Cipro dai territori settentrionali sono aperti sia per i ciprioti che per i turisti, che possono pertanto circolare liberamente, nel rispetto di alcune norme e qualche semplice raccomandazione.

A tal proposito, potrà tornarvi molto utile consultare questo approfondimento, frutto della mia recente esperienza:

Qui troverete alcuni consigli per gestire al meglio gli aspetti pratici del viaggio ed organizzare gli spostamenti interni nel modo più semplice e sicuro possibile.

Cosa vedere a Cipro e Cipro Nord 10 giorni: stipulare l’assicurazione sanitaria

Dal 1 Maggio 2004 anche la Repubblica di Cipro fa parte dell’Unione Europea e deve pertanto garantire a tutti i cittadini comunitari, la possibilità di ricevere cure mediche adeguate e gratuite all’interno delle strutture pubbliche (per maggiori informazioni, vi invito a consultare il sito internet del Ministero della Salute).

Cipro Nord invece, non solo non rientra nel novero dei 27 Paesi UE, ma non è stato mai riconosciuto dalla Comunità Internazionale come uno Stato autonomo ed indipendente.

Pertanto, da un lato è necessario stipulare un’assicurazione sanitaria prima di varcare il confine e dall’altro diventa fondamentale esigere la conferma preliminare (e per iscritto) della validità della copertura all’interno del territorio nord cipriota.

Del resto anche io, che lavoro come intermediario assicurativo abilitato (iscritto in sezione E del RUI), ho richiesto alla mia Compagnia assicurativa di riferimento, una precisazione in merito all’effettiva operatività della polizza sanitaria nel territorio di uno Stato non riconosciuto (se non dalla Turchia).

Il mio consiglio in tal senso, è di evitare di acquistare polizze on line autonomamente, preferendo di gran lunga consultare un professionista del settore.

Risparmiare sulla propria salute, potrebbe costare anche molto caro!

Se avete bisogno di supporto nella scelta della copertura assicurativa più adatta a voi, contattatemi! Sarò ben lieta di mettere le mie competenze professionali, a disposizione delle vostre esigenze!

E adesso che ne dite di metterci in viaggio? Partiamo!

Cosa vedere a Cipro e Cipro Nord: giorno 1
visita ai siti archeologici di Paphos

Grazie alla presenza di numerosi voli diretti gestiti da una delle principali compagnie aeree low cost, la città di Paphos, situata sulla costa sud-occidentale di Cipro, è più vicina all’Italia di quanto possa sembrare.

Pensate: è stata la capitale europea della cultura nel 2017!

Qui infatti, si trovano ben due siti archeologici che meritano assolutamente di essere visitati.

Il primo è detto Nea Paphos, dal nome dell’antica città che sorgeva un tempo su queste sponde, ed ospita alcuni dei mosaici più belli dell’antichità.

Il secondo è invece il parco delle Tombe dei Re, che raggruppa aree sepolcrali talmente maestose dall’essere paragonate alle imponenti costruzioni funeree degli Antichi Egizi.

una delle Tombe dei Re a Paphos

Consultate il mio articolo per saperne di più:

Sono certa che questa lettura agevolerà entrambe le visite.

Giorno 2: Paphos e lo scoglio di Afrodite

Secondo la mitologia, la dea Afrodite sarebbe nata dalla schiuma del mare che lambisce un punto preciso della costa meridionale di Cipro, situato sulla strada che da Paphos conduce a Limassol.

Si chiama Scoglio di Afrodite e costituisce uno dei luoghi più fotografati dell’isola.

Tutti vogliono immortalare i due faraglioni che si stagliano in prossimità di quella spiaggia stretta e che sono tanto cari alla divinità dell’amore e della bellezza.

Durante il mio soggiorno, ho scovato un punto panoramico decisamente poco noto, dal quale sono riuscita a scattare foto ricordo super instagrammabili, senza dovermi mettere in fila.

le cornici installate presso lo scoglio di Afrodite

Curiosi di sapere come raggiungerlo? Ve lo svelo nel mio articolo: Cosa vedere a Paphos.

Giorno 3: escursione sui Monti Troodos

Il verdissimo Parco Naturale dei Monti Troodos, facilmente raggiungibile da Paphos, è la destinazione perfetta per un’escursione di un giorno all’insegna di storia, arte e natura.

L’intero territorio inoltre, pullula di villaggi che custodiscono dei veri e propri tesori.

Proprio come Omodos, un paesino caratterizzato da una lunghissima tradizione vinicola. Grazie alle tante aziende presenti, i turisti possono effettuare delle degustazioni di vino e di altri prodotti locali.

Oppure Pedoulas, il minuscolo borgo che racchiude la Chiesa dell’Arcangelo Michele, uno dei dieci siti patrimonio UNESCO presenti nel Parco.

Dall’esterno forse non desterà il vostro interesse, ma provate a varcarne la soglia e saprete certamente ricredervi!

interni della Chiesa dell'Arcangelo Michele a Cipro

Giorno 4: da Cipro al Regno Unito senza passaporto

Dopo decenni di dominazione britannica, nel 1960 Cipro ha finalmente proclamato la sua indipendenza.

Nonostante questo, parte della penisola di Akrotiri, che si estende tra Paphos e Limassol, è ancora oggi un territorio di Sua maestà, Re Carlo III.

Pertanto, se decidete di pianificare una sosta sulla spiaggia soprannominata Lady’s Mile o presso il Monastero di San Nicola dei Gatti (popolato da una comunità di affamatissimi felini), non sorprendetevi se il navigatore della vostra auto, indicherà le miglia al posto dei chilometri.

God save the King, è proprio il caso di dirlo!

Cosa vedere a Cipro e Cipro Nord: giorno 5
arrivo a Larnaca e scelta dell’alloggio

Nella pianificazione di un viaggio itinerante, oltre a stabilire cosa vedere a Cipro e a Cipro Nord, diventa importante anche individuare gli alloggi giusti, scegliendoli in base ad alcune facilitazioni, come la presenza del parcheggio o la vicinanza al centro città.

Vi racconto quali sono le strutture presso le quali ho soggiornato, nel mio articolo:

Giorno 6:
Larnaca ed il lago salato

Larnaca è, assieme a Paphos, la località turistica per eccellenza di Cipro. Personalmente, l’ho trovata una cittadina davvero piacevole e ricca di luoghi d’interesse.

Il centro storico è dominato dalla Chiesa greco-ortodossa intitolata a San Lazzaro di Betania, riportato in vita da Gesù Cristo dopo quattro giorni dalla sua morte (Gv. 11:1-44).

E che dire del lago salato situato alle porte della città? Durante la stagione estiva, la sua superficie è completamente ricoperta di una crosta di sale bianchissimo.

È talmente spessa che ci si può concedere una passeggiata a piedi nudi.

lago salato di Larnaca

Vi ho incuriosito e volete saperne di più, non è vero? Consultate il mio approfondimento:

Non avrete dubbi nell’inserire questa tappa nel vostro itinerario di viaggio!

Giorno 7: Agia Napa ed il Ponte degli Innamorati

La costa sud-orientale è quella che, a mio avviso, presenta le spiagge più belle della Repubblica di Cipro.

Non è un caso infatti, se l’intera litoranea che da Agia Napa fino a Protaras, passando per l’estremità di Capo Greco, durante l’alta stagione è presa d’assalto dai turisti e dai ciprioti.

Oltre a splendide e soffici spiagge, stabilimenti attrezzati e acque dalle sfumature turchesi, qui trova spazio uno dei luoghi più immortalati dell’isola (secondo solo allo Scoglio di Afrodite): il Ponte degli Innamorati.

il Ponte degli Innamorati a Cipro

Una curiosità: nelle sue immediate vicinanze, si erge l’originalissimo Parco delle Sculture, accessibile gratuitamente e caratterizzato dalla presenza di monumenti e statue, che riproducono personaggi e temi cari alla mitologia greca e alla dea Afrodite.

Cosa vedere a Cipro e Cipro Nord: giorno 8
Nicosia l’ultima capitale divisa del mondo

Non si può dire di essere stati a Cipro se non ci si è mai trovati dinanzi ai due volti della sua capitale, Nicosia, rispettivamente: Lefkosia (nella Repubblica di Cipro) e Lefkosa (nei territori settentrionali).

È tutt’altro che semplice definire quanto tempo dedicare al tour e stabilire cosa vedere nella località che, di fatto, è un vero e proprio ponte tra Cipro e Cipro Nord.

Se volete sapere come raggiungere Nicosia e cosa inserire nel vostro itinerario, consultate il mio articolo dedicato alla città divisa di Cipro.

Giorno 9: Famagosta e Kyrenia a Cipro Nord

Superato il checkpoint di Ledra Street a Nicosia, si entra ufficialmente nel territorio di Cipro Nord che, ormai da più di 40 anni, non fa più parte della Repubblica cipriota.

Uno dei luoghi più adatti a prendere confidenza con la storia locale è Famagosta (in turco Gazimagusa). Il suo centro storico, racchiuso all’interno delle Mura Veneziane, è popolato da ruderi, antiche chiese, torri e prigioni, tracce dei popoli che qui, nei secoli, si sono avvicendati.

Da non perdere è sicuramente l’ex Cattedrale di San Nicola, oggi Moschea di Lala Mustafa Pasa.

Gli esterni, in perfetto stile gotico, ricordano da vicino la facciata della Cattedrale di Reims: davvero sorprendente!

facciata gotica della cattedrale di San Nicola a Famagosta

Anche Kyrenia, cittadina posta sulla costa settentrionale dell’isola, merita sicuramente di essere raggiunta per una passeggiata di alcune ore.

Vi consiglio di visitare il suo possente castello, dove ha sede il museo del relitto più antico di tutta Cipro.

Pensate: si tratta di una nave che affondò al largo di Kyrenia nel 300 a.C. e che fu riportata in superficie, a partire dal 1967, con parte del suo carico.

È assolutamente da vedere!

Venite a scoprirne di più nel mio articolo dedicato a: Famagosta e Kyrenia.

Giorno 10: Le spiagge di Cipro Nord e le tartarughe marine

Non ho mai fatto mistero del fatto che, tra le spiagge di Cipro e quelle di Cipro Nord, siano queste ultime ad occupare la prima posizione della mia personalissima classifica.

Al di là del fatto che si tratta di baie meravigliose, sono due gli elementi che mi hanno portato ad incoronarle come le regine della mia estate cipriota.

Innanzitutto, non sono per nulla affollate (nonostante il mio viaggio risalga alla settimana di Ferragosto).

Persino Golden Beach, considerata da molti come una delle spiagge più belle del Mediterraneo, situata sull’estrema propaggine orientale della lunghissima penisola di Karpas, era quasi vuota.

In secondo luogo, è qui che ho vissuto una delle esperienze più belle della mia vita, resa possibile grazie a SPOT, una società che si occupa della protezione delle tartarughe.

Su alcune delle spiagge di Cipro Nord infatti, è possibile prendere parte al rilascio delle tartarughe marine appena nate, predisposto dai volontari.

È stato un momento di grande commozione, che penso porterò a lungo dentro di me!

Se volete conoscere da vicino la mia esperienza, trovate tutti i dettagli nell’articolo: Le spiagge più belle di Cipro e Cipro Nord.

il rilascio delle tartarughe marine ad Akdeniz

Con l’auspicio di aver fornito consigli utili per scoprire cosa vedere a Cipro e Cipro Nord, ci tengo a chiarire che questo programma di viaggio è puramente indicativo.

Se avete bisogno di supporto per definire l’itinerario più adatto alle vostre necessità di viaggiatori, lasciate un commento e vi ricontatterò il prima possibile.

I miei ultimi itinerari di viaggio:

Articoli che potrebbero piacerti

13 commenti

Claudia 21/11/2022 - 12:11

Mi hai riportato alla mente il mio viaggio a Cipro di alcuni anni fa! Un’isola di cui mi sono innamorata! Effettivamente ripensandoci al tempo avevo riscontrato diversi problemi per l’assicurazione sanitaria a Cipro nord

Rispondi
Libera 21/11/2022 - 14:16

Ciao! Problemi di che tipo? Mi interessa il tuo feedback. Ti andrebbe di dirmi di più ? Io non ho avuto bisogno di usare l’assicurazione e quindi un’esperienza come la tua può essere molto importante per chi deve ancora andare a Cipro Nord.

Rispondi
Anna 14/11/2022 - 10:13

Devo essere sincera, Cipro non mi è rimasta nel cuore (sono stata solo nella parte sud). Ho amato i monti Trodos ma le località di mare come Paphos le ho trovate troppo piene di edilizia orribile. Però c’è da dire che faceva veramente caldo…. talmente caldo che era difficile andare in giro. Sono rimasta comunque con tanta curiosità di andare a Cipro Nord

Rispondi
Libera 14/11/2022 - 10:43

Ricordo che ne avevamo parlato proprio mentre ero a Cipro! Cipro Nord va vista assolutamente, lì ho trovato le spiagge più belle dell’isola.

Rispondi
Eliana 13/11/2022 - 08:30

Concordo con la tua affermazione, ci vogliono almeno 10 giorni e infatti vorrei tanto tornarci per esplorare la parte est dell’Isola e Cipro Nord, valutando bene anche come spostarmi. Vorrei vedere Famagosta e tante altre città!

Rispondi
Libera 13/11/2022 - 09:46

Questo itinerario contiene già diversi spunti ma se vuoi personalizzarlo ulteriormente, non esitare a contattarmi .

Rispondi
Lara 11/11/2022 - 20:34

Cipro è un luogo per me sconosciuto, ma leggendo il tuo post è come l’avessi un pò vissuto anche io. Molto bello, suggestivo e la natura la fa da padrona, credo che dovrò farci un pensierino!

Rispondi
Libera 12/11/2022 - 09:15

Sono contenta di averti appassionato col mio racconto .

Rispondi
Mimì 11/11/2022 - 11:54

Tutta bella, da Nord a Sud, l’Isola di Cipro. Ho un ricordo particolarmente intenso dei Monasteri sui Monti Troodos e delle splendide spiagge del Nord, nella parte turca. Grazie per avermi ricordato quanta bellezza alberga nell’isola che ha dato i natali a Venere! Mimì

Rispondi
Libera 12/11/2022 - 09:16

Hai citato due luoghi che hanno colpito moltissimo anche me. L’itinerario è abbastanza variegato, ce n’è davvero per tutti i gusti.

Rispondi
Bru 11/11/2022 - 09:05

Molto interessanti i tuoi consigli e super preziosi quelli per l’assicurazione, che io ritengo sempre super importante in un viaggio

Rispondi
Libera 12/11/2022 - 09:18

Deformazione professionale 🙂 A parte le battute, l’assicurazione è davvero fondamentale ed è proprio per questo che è necessario avvalersi di uno specialista del settore.

Rispondi
Annalisa|Trevaligie-Travelblog 11/11/2022 - 08:18

Un itinerario pazzesco che, se seguito alla lettera come tu consigli, sicuramente renderà questo viaggio indimenticabile.

Rispondi

Lascia un commento

* Lasciando un commento accetti la gestione dei dati da parte di Liberamente Traveller come indicato nella privacy policy